Cinema Weekend – La Famiglia Addams

Manifesto weekend standardla-famiglia-addams

“LA FAMIGLIA ADDAMS” (USA 2019 – durata: 105 min’)
Regia di Greg Tiernan e Conrad Vernon

La sgangherata famiglia Addams – composta da Gomez, Morticia, Mercoledì, Pugsley, Zio Fester e la Nonna, Lurch e agli indimenticabili Mano e Cugino Itt – deve affrontare Margaux Needler, una subdola conduttrice dei reality televisivi consumata dal desiderio dell’assoluta perfezione del color pastello nella vita suburbana. Mentre tutto ciò accade gli Addams si apprestano a ricevere i parenti per un’importante riunione del loro clan familiare….
Tra i protagonisti di questo cartoon troviamo un cast di doppiatori del tutto inedito: Virginia Raffaele e Pino Insegno rispettivamente nei panni di Morticia e Gomez. Lo Zio Fester avrà la voce di Raoul Bova. Ma la vera novità è Loredana Bertè, che per la prima volta presterà l’inconfondibile voce ad un personaggio cinematografico, interpretando la Nonna degli Addams.
Basato sui famosi personaggi creati dal celebre disegnatore e vignettista Charles Addams (1912-1988) sono apparsi per la prima volta sul ‘The New Yorker’ risalente addirittura al 1938. Questo cartone riesce a catturare la nostra attenzione e a farci divertire affrontando anche temi importanti ed attuali, come la paura della diversità, l’uso improprio dei social e il mondo dei media, che istigano le masse contro un nemico comune, spesso del tutto inesistente. Il messaggio di questa famiglia, che ha il grande merito di aver reso il mostruoso e la tristezza qualcosa di meravigliosamente divertente, resta qualcosa di rivoluzionario. Cambiano i tempi, ma il fascino del dark rimane!

Cinema Weekend – A spasso col Panda

Manifesto weekend standard

a-spasso-col-panda

“A SPASSO COL PANDA”
(USA 2019 – 87 min’) Regia di Vasiliy Rovenskiy
L’orso Mic-Mic e la lepre Oscar, non sono di certo migliori amici, soprattutto perché quest’ultimo è un vero e proprio combinaguai. Quando una cicogna molto sbadata lascia per sbaglio un cucciolo di panda alla sua porta, Mic-Mic decide di partire per riportare il cucciolo dai suoi genitori e, seppur controvoglia, accetta di portare con sé Oscar. Durante il viaggio, Oscar e Mic-Mic fanno la conoscenza di altri tre simpatici animali che si uniranno a loro, per completare la missione e portare sano e salvo il cucciolo di panda a casa.….
Un regista russo con uno sceneggiatore americano già autore di Madagascar, per un racconto che ha l’andamento tipico delle fiabe tradizionali. Attorno ad un essere indifeso – che ancora non sa fare altro che ridere o piangere – si riunisce un gruppo eterogeneo, i cui membri scopriranno non solo di servire gli uni agli altri, ma di poter superare i propri problemi ed i propri interessi in nome di uno spirito genitoriale che non ha specie ma è quel richiamo di una legge naturale di giustizia e responsabilità verso i più deboli. Echi de “L’era glaciale” che si mescolano ai temi più classici e con un percorso simile a quello che portava una ragazza, un leone, un uomo di latta ed uno spaventapasseri a cercare il Mago di Oz. Ma sono note che coglieranno per lo più gli adulti, all’interno di un film diretto invece ai più piccoli.
“A spasso col panda” introduce un personaggio alla volta, ma con l’arrivo della cicogna il film prende quota e poi va dritto verso un finale che proprio ci voleva! Da vedere in compagnia dei Vostri bambini.

Cinema Weekend – Pupazzi alla riscossa

Manifesto weekend standardPupazzi-alla-riscossa-poster

(USA 2019 – 87 min’) Regia di Robert Rodriguez e Kelly Asbury
Con le voci di con Federica Carta, Diletta Leotta, Shade, Achille Lauro, Elio (Stefano Belisari).
Moxy e i suoi amici pupazzi sono pronti a vivere una grande avventura. In un mondo fantasioso e ricco di colori uno strampalato gruppo di pupazzi, morbidi, soffici e felpati, dovrà affrontare con coraggio e determinazione la prova più importante della loro vita: trovare un bambino a cui dare il proprio amore. Per farlo dovranno sfidare il leader incontrastato dell’Accademia della Perfezione, il pupazzo Lou. Riusciranno i nostri eroici pupazzi nella loro impresa?….
Stanno arrivando i Pupazzi alla riscossa! Ecco in 1ª VISIONE il nuovo e dolcissimo film ispirato al franchise di giocattoli delle Ugly Dolls. Create per contrastare la perfezione tipica di Barbie & Co., le Ugly Dolls sono bambole ‘bruttine’ e piene di difetti, ma con un grande cuore: per loro ogni imperfezione è un motivo di gioia, e riescono sempre a vedere il lato positivo di ogni cosa. Ora questi adorabili pupazzi di stoffa sono diventati protagonisti di un film d’animazione che arriverà nelle sale italiane questa settimana.
Il doppiaggio comprenderà cinque voci italiane d’eccezione: Federica Carta sarà la scatenata Moxy, una vera e propria forza della natura, vivace e piena di energia, meravigliosamente unica con il suo sorriso a tre denti. Diletta Leotta sarà la bellissima Mandy, che ha un segreto da nascondere e teme possa compromettere il suo desiderio di raggiungere la perfezione. Shade sarà lo scaltro e simpaticissimo Uglydog, il migliore amico di Moxy. Achille Lauro sarà Lucky Bat, il pupazzo più saggio, peccato che i suoi consigli non funzionino mai come dovrebbero. Infine Elio (senza le Storie Tese) sarà Ox, il cui suo unico desiderio è che i suoi amici pupazzi si sentano sempre amati e al sicuro.

Cinema Weekend – Il Piccolo Yeti

weekend + autismil-piccolo-yeti

(USA-CINA 2019 – durata: 97 min’)
Regia di Jill Culton – Todd Wilderman
Yi è una ragazzina solitaria, che si riempie la giornata di lavoretti per guadagnare quanto le serve a fare il viaggio attraverso la Cina che sogna di fare. Avrebbe dovuto farlo con suo padre, ma lui non c’è più, ed è anche per questo che Yi non sopporta di stare in casa, perché niente è più come prima. Si è creata un suo angolino sul tetto ed è proprio qui che, una sera, s’imbatte in una zampa enorme: niente meno che quella di un cucciolo di Yeti, ferito, spaventato e inseguito da un collezionista senza scrupoli. Lo chiamerà Everest e, per riportarlo a casa, sugli splendi monti dell’Himalaya, Yi viaggerà attraverso paesaggi naturali meravigliosi, resi ancora più emozionanti dalla musica del suo violino e dalle doti magiche di Everest….
Un film con una forte dominante femminile, che si apre a piccoli e grandi momenti di fantasia, valorizzan la poesia della natura e fa leva sulle emozioni in maniera onesta e diretta, raccontando ai bambini un’avventura più grande di loro ma sedendosi, per farlo, esattamente alla loro altezza. Incantevoli paesaggi, forti emozioni ed una creatura tutta da coccolare. La DreamWorks animation ci regala uno dei suoi film più belli, completamente avvolto in una magica atmosfera musicale. Dopo la trilogia di “Kung Fu Panda” DreamWorks Animation ci riporta in oriente con questo film realizzato insieme alla Pearl Animation, originariamente la divisione asiatica della stessa DreamWorks. Un film magico ed emozionante che porterà i piccoli spettatori (ma anche gli adulti) alla scoperta delle meraviglie della Cina, del vero significato dell’amore familiare e dell’amicizia più pura.

Cineforum – Stanlio & Ollio

Manifesto venerdìstanlio & ollio

(UK-CAN-USA 2019 – durata: 97 min′)
Regia di Jon S. Baird
Personaggi ed Interpreti:
Steve Coogan (Stan Laurel), John C.Really (Oliver Hardy), Nina Arianda (Ida Kitaeva Laurel), Shirley Henderson (Lucille Hardy), Danny Huston (Hal Roach), Rufus Jones (Bernard Delfont)
Soggetto
Stanlio e Ollio, comici amati in tutto il mondo, partono per una tournèe teatrale nell’Inghilterra del 1953. All’indomani della grande epoca d’oro che li ha visti diventare i Re della comicità, il loro futuro appare molto incerto…
Critica
Oliver Narwell Hardy (1892- 1957) e Arthur Stanley Jefferson (1891- 1965) sono stati un duo comico di fama internazionale a cavallo tra cinema muto e sonoro, conosciuti nel mondo anglosassone come Laurel & Hardy (in Italia: Stanlio e Ollio con il secondo doppiato dalla indimenticabile voce di Alberto Sordi agli esordi della carriera). Questo film prende in esame la parte finale della carriera dei due grandi comici; una fase indubbiamente che fa affiorare incertezze, dubbi e crisi di fronte ad un’Europa che si stava rimettendo in piedi all’indomani del dramma della Seconda guerra mondiale. Si tratta quindi di un momento particolarmente difficile, che il copione scritto con acutezza da Jeff Pope (autore tra gli altri di “Philomena”) visualizza attraverso un’ampia gamma di sfumature, che comprendono le emozioni, il divertimento e la poesia. In ciò confermando la capacità di offrire un ritratto a tutto tondo dei due comici, osservati prima di tutto come uomini: che vuol dire un grado di comicità mai lontano da sentimenti e paure fortemente realistici. Soprattutto il grado di amicizia si è dimostrato quello vincente, una solidarietà capace di superare la barriera del tempo, incomprensioni e rivalità per approdare intatta alla parte finale della carriera.
Presentato alla 12ᵃ Festa del Cinema di Roma (2018), il film propone nei panni dei due famosi comici due attori capaci di offrire una interpretazione di assoluta aderenza e bravura. Si tratta di un film di imprevedibile bellezza ed intensità: un ritratto di oggi, che fotografa l’ieri e parla al domani.